23
Mag.
image

La Biblioteca Romana nasce alla fine degli anni Venti del secolo scorso dalla fusione dell'antico nucleo della Biblioteca del Popolo romano, fondata nel 1523 in Campidoglio, con la Biblioteca Capitolina, formatasi dal 1871 per raccogliere le produzioni a stampa degli uffici comunali, i periodici, i quotidiani romani e le pubblicazioni necessarie per una moderna attività amministrativa.

 

Il suo stretto legame con l'Archivio Storico Capitolino ha orientato l'aggiornamento progressivo verso le pubblicazioni riguardanti sia la vita amministrativa della città che la sua storia economica, politica, sociale culturale e artistica.

 

In questa direzione, la Biblioteca ha anche acquisito interi fondi librari di personalità del mondo culturale romano, come quello di Giuseppe Tomassetti, studioso della Campagna Romana, o quello di opere esclusivamente dedicate a Roma appartenute a monsignor Antonio Marini.